Quando l’amore si moltiplica per due…

Una delle più grandi paure delle future mamme bis quasi mai detta apertamente, anzi c’è quasi vergogna a parlarne, è quella di sentirsi “in colpa” con il primogenito o la primogenita per all’arrivo del fratellino/sorellina, sopratutto quando quest’ultimo non ha richiesto compagnia!.
Da una parte si vuole proteggere il primo figlio, ci si sente responsabili di stravolgere quello che è stato fino ad allora il loro mondo, in fin dei conti lui o lei sono stati per molto tempo figli unici e pieni di attenzioni da mamma, papà e dai nonni soprattutto se primo nipote.
Io ho avuto parecchi sbalzi di umore durante la mia seconda gravidanza per questo motivo, mi sembrava di togliere affetto a quello che fino ad allora era stato il principe incontrastato della casa, chiedevo alle mie amiche già mamme di due bambini cosa si prova ad avere un secondo bimbo e tutte mi dicevano la stessa cosa “vedrai l’amore si moltiplica per due!”.
Nel mio caso, il fatto che fosse il secondo maschietto non faceva che amplificare questa sensazione di stare per estromettere dal trono il mio re! addirittura nel momento in cui ho tirato fuori tutine e vestitini, carrozzina ecc del mio primo bimbo ho avuto la sensazione di toglierle a lui.
Razionalmente sapevo che erano pensieri sciocchi ma emotivamente (un po’ per gli ormoni un po’ perché sono già sensibile di mio) ero turbata.


Come risolvere il problema?
Come sempre per prima cosa non ho cercato di scansare ciò che provavo ho accolto tutte le mie paure, quella di non farcela con due, quella di rovinare la vita del mio primo bimbo, paura della nuova routine, terrore di non dormire più come era successo col primo figlio, una volta fatto questo le paure (forse incosciamente accettate e non combattute) si sono ammorbidite e hanno lasciato spazio al nuovo.
Ho comprato alcune tutine nuove e mi ha fatto benissimo ne sono stata felicissima, incominciavo così ad accogliere il nuovo bimbo non solo immaginandolo, con il mio primo bimbo ci divertivamo a vedere le immagini dei neonati in pancia durante le varie fasi di gestazione ( adesso è grande come una noce, ora come una mela, ora come un avocado..), ho sempre coinvolto mio figlio in tutto ciò che concerneva la gravidanza ma merita un post a parte perchè l’arrivo di un fratellino/sorellina è veramente una fase delicata per loro.
Adesso che ho tra le braccia il mio piccolino sorrido al pensiero di tutte quelle stupide paure, ha il suo carattere che lo contraddistingue dal fratello maggiore e che me lo fa amare in tutta la sua unicità e adesso posso dire anche io che è vero “l’amore si moltiplica per due!”.

Leave a Reply