Vi racconto il mio secondo parto flash!

Per tutta la mia seconda gravidanza ho avuto il terrore di partorire, il pensiero di dover riaffrontare quattordici ore di travaglio senza epidurale (nel mio ospedale non la passano) non mi ha fatto vivere serenamente i mesi di gestazione. L’ultimo mese di gravidanza ero molto agitata ed irrequieta, il mio stato d’animo oscillava tra la fretta di partorire perchè non sopportavo più tutta questa ansia (e chiaramente avevo voglia di conoscere il mio piccolino) e il terrore delle prime contrazioni preparatorie.
Nell’ultima visita ginecologica il ginecologo mi ha aveva avvisato che il bambino era sceso e ben incanalato per cui sarebbe uscito in fretta…seee pensavo io ore ore di travaglio non me le toglie nessuno!


A partire dalla fine della 36ma settimana avevo iniziato a prendere il rimedio omeopatico che avevo utilizzato anche nella prima gravidanza l’Apermus (qui ve ne parlo) per ammorbidire l’utero insieme con il magnesio mio potente alleato per tutta la gravidanza.
Tutti mi dicevano “vedrai con il secondo avrai un parto veloce” ma io niente convinta di rifarmi ore di travaglio. Mancavano due settimane al parto, in casa era pronto e sterilizzato tutto la data stimata era il 21 novembre 2017.
Il 12 novembre alle 4,30 di mattina incomincio ad avere doloretti mestruali ma tutto molto leggero e sopportabile mi alzo decido di farmi un the caldo poi mi sono rimessa a letto, un’ora dopo avevo sempre doloretti mestruali ma ogni tanto qualche fitta più forte capisco che ci siamo. Mi alzo, chiamo il mio compagno e mio figlio di quasi quattro anni, mentre lui veste il bimbo io mi preparo, mando un messaggio sul cellulare a mia mamma erano le 6,30 del mattino circa. Accompagnammo il bimbo da mia suocera, io nel frattempo avevo dolori più forti ma ancora sopportabili tanto da dire al mio compagno “ancora è presto vedrai che ci rimandano a casa”, arriviamo in ospedale quando mi visita il medico di turno sgrana gli occhi non ci credeva nemmeno lui “sei già di 10 cm!!!, subito in sala parto!” e io “ma come??? vi state sbagliando!!! ho ancora la valigia in macchina!”.

Le infermiere mandarono mio marito subito a prendere tutte le mie cose e del bambino non c’era tempo da perdere, sono stati attimi memorabili :-))

mio figlio è nato con una gran fretta alle 7,40 (3350kg di meraviglioso pupetto), dopo poche spinte (non facili ehh!) in tutto tra travaglio e parto ci ho messo nemmeno due ore! mio marito dice sempre che non c’è stato nemmeno il tempo di commuoversi! e tutte le infermiere ridendo mi hanno soprannominata per tutta la degenza Flash!

Lascia un commento