Come gestisco l’ansia in dieci mosse!

 

Sono una persona e una mamma molto ansiosa, con gli anni il dover avere sempre tutto sotto controllo e la smania di aver paura di non riuscire a raggiungere gli obiettivi che mi ero prefissata mi generavano delle tempeste emotive che sfociavano sempre in somatizzazioni. Ansiosa lo sono ancora, soprattutto in determinati periodi o situazioni stressanti (penso al recente trasloco e ancora ho i brividi!), però ho imparato a gestire e contenere quel senso di oppressione che capita a chi come me ne soffre.

Questi sono i miei dieci validi aiuti che mi aiutano a superare i momenti di crisi:

  1. Al primo cenno di stato ansioso o addirittura attacco di panico esco fuori casa e faccio una passeggiata, oppure porto il mio bimbo al parco sempre che la giornata lo consenta sennò spalanco la finestra e prendo una boccata di aria anche se piove! Stare a contatto con la natura è un bene prezioso ed è curativo, camminare aiuta a schiarirsi le idee, il mare calma (se lo avete vicino è un toccasana anche di inverno), il sole aiuta ad attivare la vitamina D e ad equilibrare la produzione della melatonina un ormone che regolarizza alcuni processi metabolici collegati all’umore.

  2. Compilo la mia TO DO LIST (vi riporto a questo post dove spiego nel dettaglio cos’è e come la uso io).

  3. Coloro un mandala, colorare un mandala aiuta a gestire lo stress, si tratta di disegni geometrici astratti, nel colorarli si parte dal centro e ci si allarga man mano con i colori, è un ottimo rimedio per chi come me non pratica la meditazione, in questo modo ci si focalizza su gesti semplici ma ripetitivi e si sgombra la mente dai pensieri negativi.


  4. Lavoro sull’urgenza del momento. Se sono piena zeppa di cose da fare e non so dove iniziare per non farmi prendere dal panico mi concentro sulla cosa più urgente e mi impongo di accantonare tutto ciò che può aspettare. Ho imparato sforzandomi che farsi prendere da una crisi di pianto perché non si sa dove iniziare è una perdita di tempo e non serve a nulla.

  5. Prendo un integratore di magnesio ogni mattina a digiuno prima della colazione, il magnesio distende sia i muscoli contratti che agisce sull’umore in questo modo combatto stanchezza e fatica. Ho eliminato anche la caffeina, se sto attraversando un momento NO e sono stressata mi concedo solo max due caffè al giorno decaffeinati.

  6. Mi sono imposta di non programmare niente a lunga distanza, prima lo facevo e regolarmente i miei piani sfumavano e questo mi provocava frustrazione e ansia adesso programmo alla giornata non voglio più farmi condizionare dal futuro!.

  7. Cerco di riposare di più, capita se sono agitata di non dormire bene se posso cerco di riposare dieci minuti il pomeriggio sul divano o sul letto ma non al buio per evitare di addormentarmi seriamente col rischio di non dormire la sera.

  8. Avere un hobby. Ho aperto il mio blog in un brutto momento, quando è nato mio figlio e non ho potuto più svolgere il lavoro che facevo prima, per me è stata dura lasciare un contratto a tempo indeterminato e rimanere a casa; l’unica cosa che mi piace fare è scrivere per cui ho deciso di condividere alcune esperienze di vita. Io ho aperto un blog ma ognuno deve seguire le proprie inclinazioni.

  9. Stare con gli amici o vedere un film allegro. Ridere per una battuta o stare in compagnia aiuta a sdrammatizzare le situazioni.

  10. Abbracciare mio figlio. Sembrerà una banalità ma abbracciarlo e sentire il suo odore e calore mi da un momento di tregua dall’ansia, se non avete bambini abbracciate qualunque persona, animale o cosa amate alla follia, vi sentirete subito meglio!

    Questi erano i miei consigli o almeno quello che metto in pratica io e voi come gestite l’ansia?

LEGGI ANCHE: Compilare la TO DO LIST

LEGGI ANCHE: Le mie tisane della sera  http://ilcarodolce.com/2016/10/14/le-mie-tisane-della-sera/

Leave a Reply