Alla ricerca delle coccole perdute – Giulio Cesare Giacobbe

 

A natale mi sono voluta regalare un paio di libri, uno di questi è Alla ricerca delle coccole perdute dello psicologo e scrittore Giulio Cesare Giacobbe, era da tanto che lo avevo aggiunto nella mia wishlist dei libri da leggere e da recensire e sono molto contenta di averlo comprato.

Il desiderio di leggere questo libro è stata maturata nel tempo, quando è nato mio figlio ho avuto un momento di smarrimento interiore, improvvisamente mi sono sentita catapultata nel ruolo di mamma e non più in quella di figlia (ne parlo meglio in questo post) e siccome ho sempre dato un alto valore al potere curativo dei libri ho fatto una ricerca sul tema e questo libretto ha subito colto la mia attenzione.

Secondo Giacobbe, autore del libro, vi sono tre diversi comportamenti che caratterizzano rispettivamente il bambino, l’adulto e il genitore: il bambino chiede, l’adulto prende mentre il genitore dà, così come ci sono tre modalità per rapportarsi alle coccole: il bambino ha sempre bisogno che qualcuno gli faccia le coccole, l’adulto non ha bisogno di nessuno e si fa le coccole da solo mentre il genitore è l’unico capace di fare le coccole agli altri. L’evoluzione naturale presenta in successione queste tre fasi della vita il cucciolo, l’adulto e il genitore quando queste tappe non si susseguono in ordine nascono le nevrosi.

Tra le nevrosi più diffuse, riscontrate in anni di attività da pscicoterapeuta Giacoppe parla di sindromi ansioso-depressive dovute fondamentalmente ad un ristagno di una determinata personalità (spesso quella infantile) che non permette di fare un salto nella fase evolutiva successiva. La paura, l’insicurezza, l’ansia di essere abbandonati ad esempio sono stati d’animo tipici dei bambini, che essendo incapaci di sopravvivere da soli hanno bisogno dell’assistenza continua dei genitori, quando rimaniamo ancorati in questa personalità rimarremo eterni bambini con al seguito tutti i nostri comportamenti infantili, per diventare adulti bisogna infatti imparare ad affrontare da soli le difficoltà della vita!.

Il compito del genitore non è quello di proteggere e tenere vicino a sé il più a lungo possibile i propri figli ma quello di portarli il più presto possibile ad essere autonomi e capaci di affrontare da soli le difficoltà della vita cioè

LASCIARLI ANDARE

Il libro parla delle tre personalità (bambino, adulto, genitore) in modo molto accurato ma nello stesso tempo il linguaggio usato dall’autore è molto colloquiale proprio per poter parlare ad ogni genere di lettore.

Oltre a spiegare i pro e i contro di ogni singola personalità Giacobbe ci mostra cosa accade quando nella nostra vita incontriamo un lui o una lei con cui molto probabilmente metteremo su famiglia, anche qui se le personalità non sono evolute nascono i problemi e le liti che spesso precedono la rottura della coppia.

Io mi sento di consigliarlo, soprattutto ai giovanissimi, ne sono rimasta soddisfatta e mi ha dato modo di mettere in luce alcuni punti di me stessa che non conoscevo.

Se avete altri libri da consigliarmi scrivetemi un commento qui sotto:-)

 

Alla ricerca delle coccole perdute (Saggi) di Giacobbe, Giulio C. (2008) Tapa blanda

Leave a Reply