Fascia porta bebè ..la mia esperienza!

Quando è nato mio figlio ho da subito pensato ad un supporto strutturato che mi consentisse di portare il mio bambino con molta semplicità.

Grazie ai consigli di una Associazione di mamme della mia città, che aveva organizzato un incontro sul tema dei pannolini lavabili, ho potuto provare una fascia ad anelli realizzata da una di queste mamme.

Mio figlio all’epoca aveva tre mesi, nonostante avessimo avuto la possibilità di provare una fascia elastica (che ci hanno prestato) abbiamo deciso di acquistare anche questa.

Fatta questa premessa mi addentro nella mi personale esperienza con entrambe le fasce elencandovi i pro e i contro che ho riscontrato.

La fascia elastica che ho provato, della marca Quaranta settimane, è idonea per i primi due/tre mesi di vita di un bambino dopo diventa quasi impossibile da utilizzare perché il peso del bambino aumenta e la fascia tende ad essere più lenta e meno elastica. Inoltre è un po’ troppo scomoda, per i miei gusti, da indossare anche se morbida e confortevole per un neonato. Non mi sento di consigliarla per chi non ha dimestichezza con questo genere di supporto o a chi non ha molta pazienza (come me!).

La fascia ring (quella con gli anelli) è più comoda di quella elastica, non ha particolari legature, il bambino risulta comodo e la mamma ha salva la schiena, inoltre, se quella elastica era idonea solo per i primissimi mesi, questa se usata bene va bene fino all’anno. Moltissimi bambini adorano essere portati in fascia, per quanto mi riguarda mio figlio ha sempre odiato qualsiasi cosa lo stringesse troppo, per cui anche questa l’abbiamo usata pochissimo (con mio dispiacere) e l’abbiamo sostituita definitivamente con il marsupio ergonomico Ergobaby (di cui parlerò a breve!) .fascia---da-pubblicare

Leave a Reply